Incontri ragazze reggio calabria
Per capire la sconfitta ci vuole l'analisi PDF Stampa Email
annunci incontri gratis chat milano single Nel corso degli anni vi è stato un fitto scambio di idee tra Pietro Ingrao e i giovani compagni lenolesi, sia su temi generali che in particolare sulle vicende politiche, sociali ed economiche di Lenola e della Provincia di Latina. Nel maggio del 2004 Ingrao viene sollecitato da uno di loro, Marrigo Rosato, ad aiutare il gruppo a riflettere sulla situazione politica del Centro Sinistra lenolese, uscito fortemente indebolito dalle Elezioni Europee che si erano svolte da poco, e che già nel 2003 aveva perso le elezioni Amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale, vinte da una aggregazione di Centro Destra. Ecco come risponde Ingrao:
annunci donna cerca uomo rimini Caro Marrigo, dopo il nostro incontro io ho riletto la lettera che mi avevi mandato sui risultati elettorali. Comprendo la tua amarezza. Ma per capire bene le ragioni della sconfitta, io credo che sia necessaria una analisi a più lungo raggio. Probabilmente sarò io a cui mancano tanti dati. E tuttavia io mi permetto di consigliare una indagine più di fondo, starei per dire sulla società lenolese. Faccio solo qualche domanda che mi frulla nella mente, e mi scuso per la sommarietà:
A)quanto è rimasto a Lenola – se è rimasto… - di un ceto contadino, cioè che vive della coltivazione della terra (e non solo cioè andando a dare una scrollata alle ulive, nella buona stagione);
B)quanto ancora di un ceto artigiano, e se agisce a Lenola oppure per gran parte va a lavorare a Roma: e quanti lavorano effettivamente oppure “agiscono” e funzionano come massa di edili (per esempio uno come Secondino…). E fra questi che vanno a lavorare a Roma o nel suo hinterland quanti sono, diciamo così, “padroncini”, oppure operai dipendenti;
C)quanta parte invece è composta di ceto impiegatizio e lavora negli uffici pubblici eccetera eccetera. Insomma: sento il bisogno di un quadro sociale aggiornato dove si capisca chi è tutt’ora operaio a Cassino chi sta nell’apparato pubblico.
D)Non so valutare bene, ma credo che bisognerebbe abbozzare una mappa anche dei quartieri “decentrati”, o delle contrade se vuoi adoperare una antica parola. E poi ci vorrebbe un’analisi sui livelli dei redditi a Lenola e sullo sviluppo (o meno) dei servizi pubblici di assistenza, per capire – insomma – l’articolazione dei centri di influenza che poi agiscono sulle scelte politiche o direttamente sul voto.
Io non trascurerei nemmeno una certa “analisi ideologica”.
Lenola – a chi la guarda da fuori – sembra ancora un paese dove la chiesa, le gerarchie esercitano una notevole influenza sulle fedi, sulle credenze in un modo che - a me almeno – suscita una certa sorpresa se guardo agli straripanti processi di laicizzazione che si compiono prima di tutto a mezzo della TV (e non solo).
Si potrebbe continuare e suggerire una qualche analisi sul volto delle scuole; e sui diversi gradi (oggi molto più estesi rispetto al passato!) di formazione scolastica che agisce in tutto lo spazio sud pontino. Quanto incide questo sistema scolastico? E chi lo maneggia? Insomma mi sembra indispensabile ricostruire il volto, la “faccia” di questo paese, per capire meglio perché è quasi crollata quella sponda di sinistra che metteste in piedi – mi pare – attorno al ’68[…].
Insomma, per capire quel che è successo e la sconfitta – senza dubbio assai pesante – che ti dispiace, a me sembra necessario un lavoro di analisi socio-politica che vada oltre gli errori e le rotture che ci sono state nel vostro gruppo, e cerchi di capire orientamenti e forze che riguardano Lenola e tutta l’area Pontina e dei Lepini, l’ambiente Fondano e Formiano e i mutamenti sociali che certamente – nel quadro della vicenda Berlusconi – hanno accentuato molti aspetti – non buoni, secondo me – di questa piccola patria Lenolese.
Lasciami dire una cosa amara: voi (lo dico in generale……) vi siete più volte rifiutati a questa ricerca e riflessione e in ogni modo Lenola più o meno non sembra incline a riflettere sulle ideologie e sui costumi che la hanno segnata. E per me, ormai è troppo tardi.
Io ti scrivo questo biglietto solo per sottolinearti che senza questa riflessione (al tempo stesso attuale e generale) sul volto sociale e persino sulle ideologie (o credenze) che girano in questo paese, ogni baruffa sui dati elettorali non servirà molto.
Smetto, per non fare troppo lunga questa mia querimonia di un lenolese che non è mai riuscito a parlare la lingua del suo paese.
Con l’antica amicizia
                                                   tuo Pietro
Lenola, 18 agosto 2004
ragazze per fare amore  
Copyright © 2017 www.pietroingrao.it. Tutti i diritti riservati.
fare una pagina web è un software libero rilasciato sotto sito per trombamici.